Ormai tutto piove.

Ti ho cercata per cento vite e per altre cento ti ho inseguita.
Troverò pace in questo perpetuo rinascere solo quando ti amerò.
Lo ammetto, sono stanco. Sei l’unico senso che mi faccia stare a galla.
Avrei ceduto tempo fa a qualunque sostanza, alla marea che avanza
al passo sempre più pesante di un uomo antico
sotto l’incantesimo di questa eterna lontananza.

Ti ho cercata per infinite vie, stanando ombre ed impostori
recitando poesie, canzoni e svenevoli suppliche d’amore
in latino, in volgare, in dialetto e in provenzale, implorando il cielo
gli dei, la natura, i demiurghi, gli oracoli e le fattucchiere
di indicarmi a quale vento affidare la mia voce
a quale mare le mie lettere in bottiglia
a quale veleno l’esausto cuore.

Ma ora sono così rotto che non mi muovo più da qui
anche se piove.

Sono così infranto che non tremo anche se qui ormai
tutto piove.

[ soundtrack: “Tu non torni mai” di Daniele Silvestri || https://goo.gl/IKJcQL ]