sul filo

e poi parte un violino
che mi scalfisce ripetutamente
nel luogo dove accumulo ammassate
vergognose nostalgie
tanto che ogni passaggio dell’archetto
mi trasforma in ciò che non ero
senza darmi il tempo
di capire che divento
che sarò
da quella nota
a quella successiva
dall’ultima dolorosa pausa
in poi.

finisce che mi lascio
cadere come l’acqua dei fiori
da un piano alto
sull’asfalto irregolare
delle sprecate attese,
dei ricordi trafugati,
degl’incidentali incontri
del banalissimo pensiero
di com’erano i suoi occhi

di come adagio io vorrei
si posassero ancora
sull’ultimo pezzo
pressappoco sano
di questo stupido
irragionevole
recidivo e tossico

cuore.

Advertisements

2 thoughts on “sul filo

  1. Probabilmente non è il tuo genere..leviamo pure il probabilmentema ma c’è una canzone che mi rimbalza in testa questo pomeriggio e che sento adatta alla tua poesia..non so il titolo di preciso ma il ritornello dice” I’m addicted to you” . La dipendenza da “amore” può essere devastante come la peggiore delle droghe!
    Semplicemente bellissima!

    • Non conosco la canzone. Ho scritto su google e mi porta ad un pezzo di Madonna. Il concetto comunque è quello. A me, sinceramente, dell’amore in sè, come dei figli frega ben poco, ma sono le persone e i progetti a cui poi uno viene, eventualmente e naturalmente condotto, a fare la differenza – ad ogni modo sì, quella dipendenza può scombinare la realtà, modificarne i connotati, e alla fine far mutare, di conseguenza, anche la persona stessa. Esattamente come la droga. Sul filo ipotetico che separa la ragionevolezza dalla follia devo muovermi per poter scrivere e di conseguenza stare decentemente attaccato a cose che per me sono importanti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s